Corsi di guida sicura, difensiva e perfezionamento per la sicurezza stradale - Corsi di guida ecologica ed ecocompatibile


SICURI AL VOLANTE - manuale di guida sicura e guida difensiva


Acquista il nostro nuovo manuale di guida sicura e difensiva, un libro utile a tutti e indispensabile per chiunque voglia affrontare la strada in modo responsabile e sicuro, gestendo correttamente ogni situazione al volante. 

CORSI AUTO DI GUIDA SPORTIVA, PREAGONISMO, INCENTIVE




il piacere della guida in sicurezza

Guida sicura - difensiva - ecodrive - sportiva

notizie e consigli per la guida sicura


Ecodrive: scegli l'auto giusta

I veicoli di grossa cilindrata, progettati per raggiungere velocità elevate, consumano molto carburante anche quando viaggiano a velocità “normali”. Perché? Per muoversi, questi motori devono sviluppare una grande potenza, che a bassa velocità viene utilizzata solo in minima parte. Questa riserva di potenza in eccesso costa cara: se un motore non lavora nelle condizioni per cui è progettato il suo rendimento non sarà ottimale e il consumo di carburante risulterà maggiore. Per consumare la giusta quantità di carburante dobbiamo scegliere un veicolo adatto all’uso al quale intendiamo destinarlo. Inutile comprare un SUV e utilizzarlo come un’utilitaria! Al momento dei acquistare una vettura, prestate attenzione all’Etichetta Energia: troverete informazioni relative al consumo di carburante, alle emissioni di CO2 e all'efficienza energetica. Scegliendo l'auto "giusta" e adottando un giusto stile di guida possiamo risparmiare dal 10 al 40% di carburante. 

Cinture di sicurezza, torniamo sul tema

Di cinture di sicurezza abbiamo parlato ai primi di giugno, spiegando cosa succede, in caso di impatto, a conducente e passeggeri che viaggiano senza indossarle. Ora vediamo come utilizzarle correttamente. Innanzitutto, verifichiamo che sia ben tesa; una cintura regolata male offre una protezione molto ridotta. Il nastro inferiore deve essere posizionato in basso, sulle ossa del bacino; la fascia diagonale deve trovarsi a metà tra il collo e l'estremità della spalla. È vietato utilizzare una singola cintura per trattenere più di una persona; la cintura è progettata per un singolo occupante del sedile, con una massa corporea superiore a 36 kg. Anche le donne in gravidanze devono indossarla, tranne particolari casi a rischio certificati dal medico; il nastro inferiore deve essere sistemato il più in basso possibile, sotto l'addome, la fascia diagonale deve passare tra i seni e sul lato dell'addome. Sull'argomento "cinture" torneremo ancora!

Guidare di notte

Chi ama guidare spesso cambia idea se si tratta di mettersi al volante con il buio: infatti,  l’81% di migliaia di conducenti intervistati in tutta Europa da una casa automobilistica ammette di temere particolarmente la guida nelle ore notturne. Più della metà dei conducenti dichiara che la poca visibilità è fonte di stress, e più di un terzo teme l’eventualità di essere coinvolto in un incidente. È vero che la guida notturna richiede particolare cautela: la visibilità è ridotta, è più difficile valutare distanza di sicurezza e velocità, intuire raggi e angolo delle curve, individuare eventuali ostacoli. In più, nelle ore notturne il corpo tende istintivamente a rilassarsi e "rallentare",  e i tempi di reazione nelle situazioni di pericolo si allungano. Anche se di notte il traffico è ridotto, attenzione alla velocità! È indispensabile non superare i limiti imposti, ma è ancora meglio viaggiare leggermente sotto, in modo da avere un po' più di tempo per reagire ad eventuali imprevisti. Per consigli e suggerimenti utili consultate il nostro manuale Sicuri al volante, disponibile in versione cartacea su Amazon e in versione eBook e cartacea su Lulu.

Incidenti stradali, cifre incoraggianti

Arrivata anche quest'anno la consueta statistica Istat sugli sicurezza stradale in Italia. Nel 2019 sono stati 172.183 gli incidenti stradali con lesioni a persone in Italia, in lieve calo rispetto al 2018 (-0,2%) con 3.173, vittime. Il dato è in discesa per il secondo anno consecutivo e si attesta sul livello minimo degli ultimi dieci anni. Forte in calo in autostrada e su strade urbane (6,1% e 5%) mentre su strade extraurbane il calo è di poco superiore al 4%. In aumento le vittime tra ciclisti e motociclisti, un numero legato all'utilizzo sempre più diffuso delle due ruote. I mesi estivi si confermano i mesi più critici, con picchi di incidenti in giugno e luglio (quasi 17mila in tutto) e agosto che risulta il mese peggiore per la pericolosità. La sicurezza è molto spesso solo nelle nostre mani: distrazione alla guida, mancato rispetto della precedenza e velocità troppo elevata restano tra le cause più frequenti di incidente, complessivamente del 38,2% dei casi. L’ 8,7% e il 3,4% degli incidenti rilevati dalle forze dell'ordine è correlato rispettivamente, ad alcol e droga. Ogni milione di abitanti, nel 2019 si contano 48,1 morti per incidente stradale nella Ue e 52,6 nel nostro Paese, che rimane stabile al 16° posto della graduatoria europea. Una classifica che possiamo scalare, con l'impegno della nostra Scuola e di tutti.


 

 

 

 Guarda gli spot della scuola, trasmessi su CANALE 5, RAI 1 Domenica In, RAI 1 Easy Driver, RAI 1 Finale SuperCoppa Juve-Milan, RAI 2 90° Minuto