Corsi di guida sicura, difensiva e perfezionamento per la sicurezza stradale - Corsi di guida ecologica ed ecocompatibile


SICURI AL VOLANTE - manuale di guida sicura e guida difensiva


Acquista il nostro nuovo manuale di guida sicura e difensiva, un libro utile a tutti e indispensabile per chiunque voglia affrontare la strada in modo responsabile e sicuro, gestendo correttamente ogni situazione al volante. 

CORSI AUTO DI GUIDA SPORTIVA, PREAGONISMO, INCENTIVE




il piacere della guida in sicurezza

Guida sicura - difensiva - ecodrive - sportiva

notizie e consigli per la guida sicura


Auto aperta? Occhio alla multa!

Se parcheggiate l'auto e non chiudete le portiere a chiave, o lasciate il finestrino aperto, siete passibili di sanzione. Variabile, da 41 a 168 euro. Convinti di avere subito un'ingiustizia, alcuni automobilisti che si sono trovati la multa sul parabrezza si sono rivolti per chiarimenti alla polizia municipale. Multe validissime: il riferimento è il comma 4 dell'art. 158 del Codice della Strada, che recita: "Durante la sosta e la fermata il conducente deve adottare le opportune cautele atte a evitare incidenti ed impedire l'uso del veicolo senza il suo consenso". In sostanza, la norma impone al conducente l'onere di adottare tutte le cautele necessarie per evitare che del veicolo venga fatto un uso improprio o contrario alla legge. Il comportamento contrario viene considerato una sorta di istigazione a delinquere, un invito a rubare, insomma. E non solo: nel caso di un automobilista multato ad Alghero, la sanzione appariva giustificata perché - ha dichiarato il comandante della Polizia locale - "qualche malintenzionato avrebbe potuto togliere il freno a mano e far finire la vettura, parcheggiata in discesa, in mezzo alla strada"

 

Sedersi correttamente in auto

Sedersi in auto non è come come stare seduti sulla poltrona di casa: guidare troppo distesi e con le braccia allungate non è sicuramente la posizione che garantisce il miglior controllo. Anche una posizione troppo raccolta, con il busto molto vicino al volante, è sbagliata: la schiena tende a spostarsi troppo facilmente, i movimenti con il volante risultano limitati e ostacolati. Per una posizione ideale, lo schienale deve essere inclinato leggermente (circa 95°) così da permettere a tutta la schiena di aderire; In qusto modo, riusciremo a percepire anche i minimi spostamenti della vettura. Proviamo a tendere il braccio e ad appoggiare il polso sulla parte alta del volante, a ore 12: se la regolazione dello schienale è corretta, la spalla resta attaccata allo schienale e quando si riporta la mano a ore 15, il braccio resta leggermente piegato, nella posizione che consente il minore sforzo durante la guida. Potete approfondire l'argomento seguendo i prossimi aggiornamenti del nostro sito e leggendo il nostro manuale Sicuri al volante,  disponibile in versione cartacea su Amazon e nella doppia versione eBook e cartacea su Lulu

Agenda ONU 2030, anche sicurezza stradale

La sicurezza stradale rientra nell'agenda 2030 dell’ONUper uno sviluppo sostenibile: il target 3.6 dedicato alla sicurezza stradale punta a dimezzare a livello mondiale, entro il 2020, il numero di decessi e lesioni da incidente stradale. Obiettivo che si propone anche la Commissione Europea con il pacchetto Europa in movimento del 2108, che anticipa strategie e azioni per il prossimo decennio; per monitorare i progressi dei Paesi membri  dell’Unione Europea sono in via di definizione indicatori di efficacia della sicurezza stradale che anche l’Italia dovrà fornire con cadenza annuale. In Italia, dopo il trend di diminuzione che ha portato quasi a dimezzare il numero di morti per incidente stradale tra il 2004 e il 2016, nel 2017 - secondo il rapporto SDGs 2019 dell’Istat - il numero torna ad aumentare, mentre si arresta la crescita del tasso di lesioni gravi. In questo quadro, è fondamentale ogni azione che punti alla costruzione di una cultura della sicurezza stradale, sensibilizzando gli  utenti della strada a comportamenti consapevoli e responsabili, rispettosi della vita propria e altrui. Il nostro impegno continua!

Baricentro

Tanto più basso è il baricentro, tanto migliore è la dinamica del veicolo. Ma che cos'è esattamente il baricentro? In fisica, è il punto nel quale si considera concentrata la massa di un corpo e quindi concentrata e applicata la forza di gravità. In un veicolo, si distingue tra masse sospese (scocca, motore, sedili, etc.) e masse non sospese (pneumatici, cerchi, sospensioni, freni quando applicati alle ruote etc.) In fase di progettazione, le caratteristiche strutturali e la distribuzione di tali masse vengono accuratamente studiate, per ottenere l'ottimale collocazione del baricentro in situazione statica. Tale posizione condiziona in modo cruciale il comportamento della vettura su strada, in quanto determina la distribuzione dei pesi su ciascuna delle ruote e quindi l'aderenza dei singoli pneumatici; influisce sull'entità dei trasferimenti di carico (spostamenti di peso) che interessano le masse sospese durante la marcia. Volete saperne di più? Leggete il manuale Sicuri al volante,  disponibile in versione cartacea su Amazon e nella doppia versione eBook e cartacea su Lulu


 

 

 

 

 

guarda gli spot della scuola, trasmessi su RAI 2, Canale 5, TGCOM24 e RAI Sport