Corsi di guida sicura, difensiva e perfezionamento per la sicurezza stradale - Corsi di guida ecologica ed ecocompatibile


SICURI AL VOLANTE - manuale di guida sicura e guida difensiva


Acquista il nostro nuovo manuale di guida sicura e difensiva, un libro utile a tutti e indispensabile per chiunque voglia affrontare la strada in modo responsabile e sicuro, gestendo correttamente ogni situazione al volante. 

CORSI AUTO DI GUIDA SPORTIVA, PREAGONISMO, INCENTIVE




il piacere della guida in sicurezza

Guida sicura - difensiva - ecodrive - sportiva

notizie e consigli per la guida sicura


EcoDrive

Nato in Svizzera come programma di risparmio promosso dall'Ufficio Federale dell’Energia, Eco Drive identifica oggi a livello internazionale una tecnica di guida "ecologica, economica e sicura". Da un lato, Eco Drive significa una corretta conoscenza della tecnica e del comportamento di guida; dall'altro, persegue anche la finalità economica di risparmiare il più possibile carburante. Seguendo le raccomandazioni del programma Eco Drive si risparmia dal 10 al 15% di carburante, contribuendo in tal modo anche alla riduzione delle emissioni di CO2. Il comportamento al volante Eco Drive contribuisce anche alla diffusione di uno stile di guida attento e previdente, con conseguenti - evidenti - effetti positivi sulla sicurezza stradale; il successo di questa tecnica di guida ha indotto la Svizzera ad integrare l'Eco Drive nei programmi obbligatori di scuola guida. Più che sensibile al tema, la nostra Scuola organizza regolarmente corsi specifici in tutta Italia. Nell'attesa, troverete a breve qualche consiglio qui sul nostro sito.

 

Un'accoppiata perdente

"Don't mix'em", non mescolarli! Alcol e guida sono un' "accoppiata perdente". Non è un caso se i limiti di legge sono piuttosto restrittivi: per la normativa vigente, è consentito mettersi alla guida con un tasso di alcolemia massimo di 0,5 g/litro. Per i neopatentati e per i guidatori con meno di 21 anni la legge è ancora più severa: il limite è pari a zero,  chi ha bevuto - anche pochissimo - non deve guidare.  Una precisazione: in relazione all'assunzione di alcolici (e ai limiti di velocità) si è considerati "neopatentati" per i primi 3 anni dal conseguimento della patente. 

Com'è noto, l'alcol influenza diverse funzioni cerebrali (percezione, attenzione, tempi di reazione cc.), con effetti diversi e strettamente correlati alla quantità di alcool presente nel sangue, cioè al tasso alcolemico. Quanto possiamo bere per evitare di raggiungere il limite di legge? I fattori che entrano in gioco sono diversi: peso, sesso, tipo di bevanda, tempo trascorso dall'assunzione dell'alcolico e alcol deidrogenasi, un enzima in grado di distruggere la molecola dell'alcol prima che entri in circolo nel sangue. Ognuno di noi produce una diversa quantità di questo (utile) enzima ed è per questo che qualcuno "regge" l'alcol meglio di altri; in generale, le donne ne producono una quantità minore. A questo link del Ministero della Salute si possono consultare le tabelle che descrivono i livelli teorici di alcolemia raggiungibili e i principali sintomi legati ai diversi livelli di concentrazione alcolemica. Noi vogliamo ricordare che i primi effetti negativi dell'alcol si riscontrano già al di sotto del limite di legge, con valori di 0,2 g/litro; quindi massima prudenza e, se potete, affidate il volante a qualcun altro! 

112, numero europeo

A 27 anni dalla sua istituzione, meno della metà dei cittadini europei lo conosce e solo il 45% lo utilizza. È il  112, il Numero Unico Europeo di emergenza, disponibile gratuitamente in tutti gli Stati da telefono fisso e mobile: una sala operativa di primo livello che smista le chiamate a quelle di secondo livello. Un'iniziativa che, come testimonia l'ultimo Rapporto Ue sullo stato di attuazione del NUE 112, stenta a decollare e non solo per difficoltà tecniche. In  Italia il 112 (gli addetti ai lavori lo chiamano "uno-uno-due") è operativo ad oggi solo in Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige, Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Sicilia orientale e Roma e si sta estendendo a Lazio, Marche, Umbria e Toscana. Dove il NUE è attivo, la chiamata ad uno dei tradizionali numeri di emergenza viene indirizzata automaticamente alla centrale unica che: localizza la richiesta, compila una "scheda digitale" del richiedente soccorso e, soprattutto, filtra le richieste improprie. Quasi la metà delle telefonate ai numeri di emergenza hanno per oggetto richiesta di informazioni a altre motivazioni non urgenti; la centrale NUE "gira" a carabinieri, polizia, vigili del fuoco, ambulanze etc. solo le chiamate relative a reali emergenze, che richiedono un intervento. In Italia il 112 è attivabile anche tramite un' app "ufficiale" per smartphone: si chiama Where Are U,  trasmette automaticamente all’112 alcuni dati sul chiamante, tra cui i numeri di telefono inseriti dalla stessa persona come contatti per le emergenze. L'app è scaricabile da un sito dedicato della regione Lombardia, qui.

Distrazione alla guida

La distrazione gioca un ruolo importante mentre siamo al volante: è infatti una delle cause più frequanti di incidente stradale. Distrarsi significa spostare l'attenzione dalla guida a "qualcos'altro" che magari non è poi così urgente, diminuendo drasticamente la sicurezza. Pochi istanti di ritardo nel percepire un pericolo improvviso possono fare la differenza. Distinguiamo. Distrazioni manuali: le mani si spostano dal volante, per accendere una sigaretta, prendere il cellulare, impostare il navigatore... Distrazioni visive : gli occhi si spostano dalla strada,  per controllare lo smartphone, guardare un paesaggio o una pubblicità stradale. Distrazioni cognitive : la mente si divide tra due compiti diversi, la guida e "altri pensieri" come un problema da risolvere, una lite in famiglia, un incotro di lavoro impegantivo... Spesso le azioni che distolgono la nostra attenzione rientrano contemporaneamente in tutte e tre le categorie, con effetti davvero pericolosi. Al volante, massima concentrazione, sempre!


 

 

 

 

 

guarda gli spot della scuola, trasmessi su RAI 2, Canale 5, TGCOM24 e RAI Sport