Uomo al volante...

Comportarsi in modo corretto, mantenere la calma, adottare costantemente atteggiamenti non aggressivi, evitare di reagire ai comportamenti offensivi o minacciosi ci pone in una posizione di forza rispetto ai cattivi guidatori: sono alcune delle regole di comportamento alla base della guida difensiva. Non sempre applicate, purtroppo. I dati forniti dall'Osservatorio Centauro-ASAPS (Associazione Amici Sostenitori Polizia Stradale) registrano nel 2015 un aumento delle aggressioni tra guidatori. Aggressioni fisiche, anche molto violente: 182 nello scorso anno, che hanno causato 7 morti e 258 feriti. In 66 casi sono state usate armi, proprie o improprie (pistole, coltelli, cacciaviti, cric, ombrelli, bastoni...). Alcol e droga non c'entrano quasi mai: solo in 8 casi si è accertato che l'aggressore era ubriaco o drogato. «Chi sono gli aggressori? - spiega il presidente ASAPS Giordano Biserni - Praticamente tutti uomini e di tutte le età, anziani compresi. Consigli? Mai lanciare o accettare una sfida, mai»