Punti europei

Per ora è solo un progetto di legge, ma la Francia sta lavorando a un'ipotesi di patente a punti "virtuale" per punire gli automobilisti stranieri poco rispettosi del codice stradale. Secondo Autoactu, portale d'informazione in materia automobilistica, nel 2015 il 13% delle infrazioni stradali su territorio francese sono state commesse da guidatori di altre nazionalità. Così - in forza di una direttiva europea del 2013, che permette agli Stati membri di scambiarsi informazioni per multare anche i residenti all'estero - i francesi corrono ai ripari, prevedendo che «ad ogni automobilista titolare di una patente di guida rilasciata da un'autorità straniera e circolante sul territorio nazionale (la Francia) verrà attribuito un numero di punti, che sarà ridotto se questo guidatore commetterà infrazioni sul territorio nazionale per cui è prevista questa detrazione». Se l'automobilista straniero perde tutti i punti, la legge prevede che «gli venga interdetta per un anno la circolazione in Francia».