Casco intelligente

Si chiama Helpmet, per ora è solo un prototipo in arrivo dalla Thailandia. La sua funzione principale è quella di proteggere la testa del motociclista in caso d'impatto, ma è in grado di fare qualcosa in più. Il nome è indicativo, nasce da un gioco di parole tra "help" (aiuto) e "helmet" (casco). In caso di caduta, infatti, il casco invia in automatico una richiesta di soccorso ad un numero preimpostato, insieme alle coordinate GPS del luogo dove l'incidente si è verificato. Un sensore montato all'interno è in grado di valutare la forza d'urto, inviando la segnalazione solo se l'impatto è superiore ai 95 g. Un consiglio: anche se il vostro casco non è così tecnologico indossatelo sempre, conservatelo in un luogo fresco e asciutto e non utilizzatelo come contenitore per oggetti pesanti, lo strato interno di schiuma (che assorbe la forza d'urto) potrebbe danneggiarsi!