Neopatentati

Secondo i dati della Commissione Europea, il tasso di incidenti mortali tra i conducenti di età 16-24 anni (la maggioranza dei neopatentati) è doppio rispetto a quello dei conducenti più esperti. Questo perché gli appartenenti a questa fascia di età (i maschi soprattutto) tendono a sovrastimare le proprie capacità e sottostimare la complessità delle situazioni da affrontare al volante. Nella realtà, i neopatentati non sono in grado di gestire in modo adeguato anche attività semplici come una chiacchierata con i passeggeri; hanno inoltre una capacità ridotta di utilizzare le informazioni periferiche e di valutare i rischi. Limitazioni che diventano naturalmente più evidenti nelle situazioni potenzialmente pericolose. Per aumentare la sicurezza dei "novellini", un progetto della Commissione europea dedicato agli istruttori punta a promuovere la guida difensiva, che - oltre al controllo del veicolo - insegna strategie e tecniche per riconoscere tempestivamente ed evitare i pericoli della strada.