Perdere punti

A proposito di cinture di sicurezza, il Codice della Strada dispone all'art. 172 l'obbligo per conducente e passeggeri di "utilizzarle in qualsiasi situazione di marcia". Ma può capitare che un passeggero, specie se seduto sul sedile posteriore, trascuri quest'obbligo, ritenendo la cintura non necessaria. Se viene pizzicato dalla Polizia, chi è responsabile, il conducente o il passeggero? Chi pagherà la sanzione (da 80 a 323 euro) e chi perderà i punti (5) sulla patente? Occorre distinguere. Risponderà il conducente, con multa e perdita dei punti (come ovviamente quando non sia lui stesso a non indossare la cintura) nel caso in cui l'obbligo non sia rispettato da un passeggero minorenne affidato alla sua custodia; se invece in auto c'è anche un genitore o un altro adulto cui il minorenne è affidato (una zia, il nonno...) sarà responsabile tale soggetto. Il passeggero maggiorenne che "dimentica" di indossare la cintura di sicurezza risponderà in proprio, ma solo con il pagamento della multa e senza decurtazione di punti dalla patente; al conducente non viene applicata alcuna sanzione. In ogni caso: i crash test hanno evidenziato che, in caso di incidente, il passeggero senza cintura seduto sul sedile posteriore - proiettato in avanti dalla violenza dell'impatto - può provocare lesioni anche mortali a chi occupa i sedili anteriori. Pensateci...