Polstrada per la sicurezza

A breve, è probabile un giro di vite del Governo contro le distrazioni tecnologiche alla guida (smartphone, navigatore....): nuove norme – più restrittive – potrebbero entrare in vigore con un decreto specifico già entro l'estate. Il decreto sarebbe l'occasione per recepire alcune proposte della Polizia Stradale che da tempo attendono di essere esaminate. Una in particolare: la sospensione della patente già la prima volta che si viene "beccati" ad usare il cellulare alla guida, mentre attualmente il provvedimento scatta solo per i recidivi. Oltre al maggior effetto deterrente della norma, gli agenti potrebbero procedere al ritiro della patente senza necessità di verificare la recidiva, cosa che può risultare complessa nell'immediatezza del controllo stradale (soprattutto se la prima violazione era stata rilevata da un altro corpo di Polizia). Inoltre, niente più riduzione del 30% sulla multa in caso di pagamento entro cinque giorni, perché lo sconto sulla sanzione non è applicabile ai casi di sospensione della patente anche per prima violazione. E sulla sicurezza, non si è mai severi abbastanza.