Sonno al volante

Chiudere gli occhi, per un tempo brevissimo. Sul divano davanti alla TV non è un problema, ma al volante... A 100 km/h, in 3/5 secondi l'auto percorre più di 100 metri, senza alcun controllo. Il colpo di sonno provoca incidenti molto gravi con elevato rischio di mortalità: completamente incosciente, il conducente non è in grado di rendersi conto del pericolo e reagire, almeno per limitare i danni. Alcuni orari sono più pericolosi di altri; i ritmi circadiani predispongono naturalmente il nostro corpo al riposo a metà pomeriggio e nelle prime ore della mattina (1:00 - 5:00), ma altri fattori possono influenzare il nostro stato psicofisico. Monitorate con attenzione i segnali di stanchezza: irritabilità, sensazione di pesantezza delle palpebre, difficoltà a mantenere una velocità costante, difficoltà a tenere l'auto nella corsia di marcia, sensazione di "estraniamento"... In questi casi, non esitate a fermarvi per un breve sonnellino, unico rimedio veramente efficace a detta della ricerca medica. "Riposate prima mettervi alla guida" è il messaggio dell'immagine che abbiamo scelto (U.S. Air Force illustration/Staff Sgt. Jamal D. Sutter) ed è importante. Ma se serve, riposatevi anche durante il viaggio!