Agenda ONU 2030, anche sicurezza stradale

La sicurezza stradale rientra nell'agenda 2030 dell’ONUper uno sviluppo sostenibile: il target 3.6 dedicato alla sicurezza stradale punta a dimezzare a livello mondiale, entro il 2020, il numero di decessi e lesioni da incidente stradale. Obiettivo che si propone anche la Commissione Europea con il pacchetto Europa in movimento del 2108, che anticipa strategie e azioni per il prossimo decennio; per monitorare i progressi dei Paesi membri  dell’Unione Europea sono in via di definizione indicatori di efficacia della sicurezza stradale che anche l’Italia dovrà fornire con cadenza annuale. In Italia, dopo il trend di diminuzione che ha portato quasi a dimezzare il numero di morti per incidente stradale tra il 2004 e il 2016, nel 2017 - secondo il rapporto SDGs 2019 dell’Istat - il numero torna ad aumentare, mentre si arresta la crescita del tasso di lesioni gravi. In questo quadro, è fondamentale ogni azione che punti alla costruzione di una cultura della sicurezza stradale, sensibilizzando gli  utenti della strada a comportamenti consapevoli e responsabili, rispettosi della vita propria e altrui. Il nostro impegno continua!