Decreto "Cura Italia", altri provvedimenti

Nel decreto "Cura Italia" conseguente all'emergenza sanitaria sono contenute altre importanti misure che riguardano direttamente gli automobilisti. Assicurazione e bollo auto non sono citati dal decreto governativo "Cura Italia", ma i due casi sono diversi. I pagamenti per la copertura assicurativa restano dovuti entro le scadenze previste; per il bollo auto decidono le Regioni e ad oggi solo Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Campania hanno disposto lo slittamento al 30 giugno delle scadenze di marzo e aprile. Si può pagare online o tramite app, o presso gli uffici postali aperti. I termini per la revisione per tutti i veicoli sono prorogati di novanta giorni dalla scadenza ordinaria; tutti i veicoli che avrebbero dovuto adempiere all'obbligo entro il 30 luglio 2020 potranno pertanto circolare fino al 31 ottobre 2020. Circa le patenti, il decreto proroga automaticamente al 31 agosto quelle scadute dal 31 gennaio 2020 o quelle che scadranno dopo l’entrata in vigore del decreto; attenzione, le patenti scadute prima del 31 gennaio non sono più valide!