112, Numero Unico Europeo

È stato istituito nel 1991, ma in Europa lo conoscono in pochi, più o meno un europeo su due; in Italia, ne sa qualcosa appena il 36% dei cittadini. È il 112, il Numero Unico Europeo per le emergenze, disponibile gratuitamente in tutti gli Stati da telefono fisso, cellulare e app Where ARE U. Il modello organizzativo del 112 prevede una CUR, Centrale Unica di Risposta, che riceve tutte le richieste di intervento con operatori formati per gestire la prima risposta e che provvedono a smistare le telefonate a Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Vigili del Fuoco o del Soccorso sanitario. Questo sistema agisce da filtro, permettendo di inoltrare alle diverse centrali operative solo le effettive chiamate di emergenza, circa il 50% - informa il ministero dell'Interno sul suo sito - delle chiamate ricevute dalla CUR. Gli operatori che ricevono la richiesta di soccorso hanno subito a disposizione il numero di telefono di chi chiama e vedono su una mappa geografica la sua posizione. La lingua non è un problema: il servizio multilingue consente la traduzione simultanea della chiamata con l’ausilio di un interprete. In Italia, ad oggi il Servizio è attivo in Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Sicilia Orientale, Valle d’Aosta e nelle Province Autonome di Trento e Bolzano. Tutte le info sul sito ufficiale dedicato al servizio: 112 Numero Emergenza Unico.