In caso di neve

Ammirato dai vetri di una finestra, un paesaggio innevato è uno spettacolo suggestivo. Ma se dobbiamo metterci al volante le cose cambiano! La neve può creare problemi anche ai guidatori più esperti. L’aderenza tra gomme e fondo stradale è bassa e la guida richiede particolare prudenza e attenzione.

Ci occuperemo anche dello stile di guida sulla neve, ma oggi diamo un’occhiata alle cose da fare prima ancora di accendere il motore. Come preparare l’auto? Quale equipaggiamento è consigliabile?

In ogni regione ci sono strade dove scatta l’obbligo – dal 15 novembre al 15 aprile – di dispositivi antineve, cioè pneumatici invernali o catene a bordo. Gli pneumatici invernali offrono un’ottima aderenza in situazioni metereologiche difficili, mantendo grip e stabilità anche con temperature sotto lo zero. La sigla M+S (Mud+Snow) identifica sia pneumatici invernali che 4 stagioni: meglio cercare anche il simbolo della montagna con il fiocco di neve. Le catene offrono buone prestazioni ma sono indicate soprattutto in caso di nevicate abbondanti. È importante utilizzarle in modo corretto, facendo pratica di montaggio prima di trovarsi in un’emergenza. Le catene si montano sulle ruote motrici. Nelle trazioni integrali sono da preferire le ruote anteriori, per garantire trazione e direzionalità. 

Cosa controllare prima della partenza ? Naturalmente batteria, luci, sistema di riscaldamento. Poi i tergicristalli: spazzole pulite e in buone condizioni, una goccia di antigelo nel liquido lavavetri. Mai dimenticare l’antigelo nel motore, fondamentale per evitare  pericolosi congelamenti dei liquidi che circolano nelle componenti dell’auto. 

Se l’auto è coperta di neve, non basta pulire il parabrezza. Bisogna liberare finestrini laterali e lunotto posteriore, per garantire una visibilità ottimale. E il tetto, per evitare che in marcia la neve scivoli a coprire la visuale o colpisca, in velocità, il veicolo che segue. Utilizzate un raschietto o un’apposito spray antigelo, che scioglie rapidamente neve e ghiaccio. Mai usare acqua calda: lo shock termico potrebbe rompere il vetro! Per evitare il problema coprite l’auto con un telo antigelo durante le ore notturne, al mattino sarete subito pronti a partire. 

Ultima cosa importante: un kit di sopravvivenza. Una coperta pesante, cibo, acqua, una torcia, materiali di pronto soccorso, guanti e cappello, un power bank. In caso di sosta forzata, possono davvero fare la differenza. Non a caso, questi kit sono molti diffusi nei paesi del Nord Europa, che di neve se ne intendono…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.